Dopo la testata degli Spada nuova infame aggressione al giornalista della Rai: le periferie sono terra di nessuno

L’inviato, il filmaker Sirio Timossi e David Chierchini sono stati aggrediti in Abruzzo, da un gruppo di persone residenti del quartiere Rancitelli.

Piervincenzi e la sua troupe stavano lavorando a un’inchiesta sui clan mafiosi della periferia della citrà abruzzese per la trasmissione Popolo Sovrano, il nuovo programma di Rai 2voluto da Carlo Freccero. Il giornalista, insieme ai suoi colleghi, era appena entrato nel complesso delle case popolari dell’Ater chiamato in città “Ferro di cavallo”. L’area è considerata come una, se non la principale piazza di spaccio di Pescara e di tutto l’Abruzzo.

Non appena hanno iniziato a porre delle domande sulla vita nel difficile quartiere pescarese, la troupe è stata improvvisamente raggiunta da alcune persone, minacciata e infine aggredita con schiaffi e spinte. La puntata di Popolo Sovrano, programma condotto da Alessandro Sortino e Eva Giovannini con Piervincenzi, andrà in onda giovedì 14 febbraio alle 21.20.

La solidarietà dei vertici Rai

Il presidente della Rai, Marcello Foa, e l’Amministratore Delegato, Fabrizio Salini, hanno telefonato a Piervincenzi e alla troupe per esprimere vicinanza, “certi che nessuna intimidazione potrà fermare il prezioso lavoro di indagine che l’informazione Rai svolge ogni giorno grazie al coraggioso impegno di tg e programmi, come il nuovo format in onda da domani sulla seconda rete. Accendere i riflettori per illuminare gli angoli bui del nostro territorio è un dovere per la Rai e un elemento costitutivo della mission del servizio pubblico”.




Potrebbero interessarti anche...

Privacy Policy